Presentando il capolavoro incisorio di Marc Chagall, Le anime morte, si da il via ad un nuovo progetto che nasce ad Orta ed inaugura un affascinante spazio espositivo cittadino:
Palazzo Penotti Ubertini.
Aggiungendosi alle iniziative di Ortissima Percorsidorta, che nel 2008 ha omaggiato il genio di Arnaldo Pomodoro, l'esposizione delle novantasei incisioni del maestro russo sono il primo appuntamento di un calendario annuale che intende portare in questa città mostre di importanti autori della contemporaneità, seguendo non soltanto le loro vicende artistiche, ma cercando di studiare il senso del nostro vivere il tempo presente”.